Alla scoperta di Stratford-upon-Avon la città di William Shakespeare

Forse non tutti la conoscono, ma tra le mete imperdibili del 2014 c’è anche Stratford-upon-Avon, piccola città nel cuore delle Midlands Occidentali, nel Regno Unito, che diede i natali all’immortale William Shakespeare.

E visto che quest’anno, e precisamente il 23 aprile, si festeggia il 450esimo anniversario della nascita del grande drammaturgo inglese, un viaggio a Stratford-upon-Avon diventa una bella occasione per scoprire un angolo di Gran Bretagna insolito e piacevolmente rurale e per fare un tuffo nella storia e nelle atmosfere che ispirarono il Bardo.
A Stratford-upon-Avon William Shakespeare nacque il 23 aprile del 1564, e qui visse nell’ultima parte della sua vita, morendo nel 1616. La cittadina, circa 24.000 abitanti sulle rive del fiume e Avon, è ogni anno meta di circa due milioni di visitatori attratti dal fascino della cittadina che si trova a sole due ore da Londra, a metà strada tra Birmingham, Coventry e Oxford.
La visita di Stratford-upon-Avon non può che partire dal cottage in Henley Street dove il piccolo William venne al mondo nel lontano 1564, dove giocò e dove visse i primi anni della sua vita da giovane uomo sposato con Anne Hathaway dalla quale ebbe tre figli. Qui il padre, John, che faceva il guantaio, aveva anche il suo negozio: la casa è ora museo e forse non tutti sanno che nel 1864 fu risparmiata dalla demolizione grazie a un comitato guidato da Charles Dickens.


Altra tappa imperdibile a Stratford-upon-Avon è la trecentesca Holy Trinity Church, costruita dalla Confraternita della Sacra: qui si possono “consultare” i registri dove il 26 aprile del 1564 fu inscritto "Guiliamus filius Johannes Shakspere", nato tre giorni prima.
In realtà si sa poco sugli anni dell’infanzia di Shakespeare e tutta la sua vita è avvolta nel mistero. Sappiamo che frequentò fino all’età di 14 anni la King Edward VI Grammar School in Church Street, studiando i classici e la letteratura latina. A Church street si trova anche la Guild Chapel all’interno della quale il padre di Shakespeare ordinò di cancellare tutte le immagini sacre secondo i dettami della Riforma.
Probabilmente nel 1585 Shakespeare si trasferì a Londra per recitare e scrivere, dove visse sempre intorno a Southbank, Riva Sud del Tamigi che all’epoca era il quartiere del divertimento e dei teatranti (c’erano ben 12 teatri).
A Stratford tornò solo nel 1613 e, ormai ricco e famoso, comprò una bella casa per la sua famiglia su Chapel Lane: al posto del palazzo, abbattuto nel Settecento, c’è ora un giardino.
In città i festeggiamenti per i 450anni di William Shakespeare, che continueranno fino al 2016, hanno il loro fulcro al Royal Shakespeare Company, il teatro costruito proprio di fronte alla statua del grande poeta, sul fiume Avon.
La scoperta della tranquilla Stratford-upon-Avon si conclude nella chiesa di Holy Trinity, dove Shakespeare è sepolto.
Sulla parete, un busto di Gerard Johnson lo celebra con un epitaffio nel quale viene ricordato al fianco di Socrate, tra i grandi immortali della Terra.

 

Condividi su Facebook