La Notte bianca dei musei di Colonia

Notte bianca all’insegna dell’arte e dei musei aperti a Colonia, il 9 novembre.

E non avrebbe potuto essere altrimenti, visto che la città tedesca è un vero e proprio scrigno di bellezze artistiche, con suoi quarantadue musei comunali e le centoventi gallerie private che rimarranno tutti aperti dalle 19 alle 3 di notte. A corredo, eventi, concerti, spettacoli teatrali.
Il centro della manifestazione, chiamata la Notte dei Musei, sarà il Neumarkt (il quartiere dei musei) dal quale partiranno i pullman messi a disposizione dal Comune che percorreranno cinque percorsi diversi toccando le location principali della notte.

Non si può non partire da un caposaldo del circuito museale di Colonia, il centralissimo Museo Ludwig, scrigno di arte moderna e contemporanea per eccellenza, grazie alla prestigiosa collezione permanente d'arte contemporanea, una delle più prestigiose del mondo, che annovera capolavori assoluti come Picasso, Max Ernst, Mirò, Magritte, Kirchner. Oggi il Museo ospita la più grande collezione di Pop Art al di fuori degli Stati Uniti con opere come "Maybe" di Roy Lichtenstein o "Brillo Boxes" di Andy Warhol. Attualmente sono inoltre in corso due interessanti mostre: "L'Avanguardia Russa" (fino al 20 febbraio) e "Fotografie dalla Cina e dal Giappone del XIX secolo" (fino all'11 gennaio).

Se siete appassionati di arte antica, non perdete la visita al Museo Wallraf dove sono custodite preziose collezioni che partono dal Medioevo per arrivare all'inizio del XX secolo, tra cui numerosi dipinti di Rubens e Rembrandt.
Tra il Duomo e la stazione centrale, sorge il Museo Romano-Germanico (Römisch-Germanisches Museum) dove è attualmente in corso la spettacolare mostra "Impero romano" del fotografo Alfred Seiland: novanta scatti di grande formato tra le rovine nascoste dell' Impero. Oltre a questo, il museo è una meta imprescindibile per conoscere le origini romane di Colonia. Costruito attorno a un mosaico di Dioniso del III secolo, originario pavimento di una villa romana, ospita la più importante e ampia collezione di manufatti romani ritrovati lungo il Reno, la tomba monumentale di Poblicius (I secolo) e oggetti della vita quotidiana come monili, stoviglie e giocattoli.

Impossibile, poi, non concedersi una tappa al Duomo, patrimonio dell'umanità dell'Unesco, oltre che il monumento più famoso della Germania (come amano ricordare spesso i cittadini di Colonia): in occasione della notte bianca rimarranno aperte le Officine del Duomo e l'area archeologica sotterranea che si trova sotto la cattedrale, dove a lume di candela si potranno ammirare i resti dell'epoca romana, franca e medievale.
Una mostra ad hoc in occasione della Notte dei Musei viene presentata dal Centro nazionale di documentazione socialista (NS-Dokumentationszentrum): si tratta dei documenti personali dell'interior designer Bertha Sander. Il museo, fondato nel 1987, è ospitato dal palazzo della Gestapo a Colonia.
Attesissimo evento finale l’Aftershowparty che si terrà presso Museo Ludwig dalle 3 alle 5 del mattino, l'evento conclusivo della lunga notte all'insegna della cultura e dell'arte antica e contemporanea.

 

Condividi su Facebook