Bit 2018, la fiera del turismo di Milano continua a rinnovarsi

Bit – la Borsa Internazionale del Turismo, torna a Milano dall’11 al 13 febbraio 2018.

 

La storica manifestazione organizzata da Fiera Milano, che dal 1980 ogni febbraio porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo, si terrà come nel 2017 a Fieramilanocity. Confermata anche la nuova formula che vede la prima giornata, domenica 11 febbraio, aperta a tutti e le giornate del 12 e del 13 febbraio riservate ai professionisti del settore.

Interessante la lista di espositori italiani ed esteri che saranno presenti a Bit 2018. Dall’Italia partendo dal Nord, le Regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia – territori particolarmente sotto i riflettori quest'anno per il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, occasione di riscoperta di luoghi e percorsi di grande suggestione – e l’Emilia Romagna, che coniuga l’offerta mare, wellness e divertimento della Riviera con città d’arte come Bologna, Ferrara o Parma. Al Centro-Sud spicca il Molise, microcosmo intatto dove si incontrano climi, atmosfere e sapori di Nord e Sud, Adriatico e Appennino, vera scoperta della prossima stagione. Per le isole, discorso a parte merita la Sardegna che punta sulla valorizzazione di beni culturali e archeologici oltre alle ben note destinazioni balneari.

 

Dall’estero, ritornano, dopo alcune edizioni di assenza, due grandi classici delle vacanze: le Canarie, non solo sole e mare, ma anche escursioni in paesaggi unici; e le Maldive, paradiso tropicale che punta sempre più a vacanze naturali e sostenibili.
Tra le destinazioni storiche spiccano Cuba con le sue spiagge candide e il fascino storico dell’Avana; Sri Lanka, sospeso tra mari cristallini, templi buddisti e natura selvaggia; e Turchia, con il suo mix unico di culture, percorsi archeologici e religiosi, mare e natura.
Presenti anche molte delle mete che stanno crescendo di più negli ultimi anni. Dall’America Latina si segnalano il Guatemala, la nuova meta per chi ama il richiamo maya del Centroamerica; e l’Argentina, un continente in sé dalle pampas del Nord ai ghiacci della Patagonia passando per Buenos Aires, la metropoli più europea d’America.

Dall’Asia ecco il Giappone, destinazione ideale per gli amanti della vacanza culturale, con le sue vie di pellegrinaggio buddiste e shintoiste lungo un rosario di isole piene di fascino; e il Bangladesh, famoso per i festival e la varietà gastronomica che ne riflettono la diversità culturale e religiosa.

Dall’Europa in evidenza la Moldavia, nuova meta dell’Est dove l’anima slava incontra l’eredità latina dell’etnia romena.



Tante le aree tematiche che animeranno i tre giorni di manifestazione a Bit2018: a partire da A bit of taste, un’area dedicata al turismo enogastronomico, uno dei principali trend del settore e tra le motivazioni principali che spingono il turista a visitare l’Italia: un’occasione per scoprire i piatti simbolo del patrimonio della tradizione culinaria italiana attraverso un percorso che attraversa tutto lo stivale dalla Lombardia alla Sicilia, dal Veneto alla Toscana, passando per le Isole. Insieme alle Regioni italiane, lo spazio ha visto come protagonisti anche diverse destinazioni internazionali in grande crescita per interesse turistico ed enogastronomico, coma Romania e Moldavia.
Al sempre più fruttuoso settore dei viaggi di nozze è dedicata la sezione I love wedding, che propone un programma di promozione di mete tradizionali e insolite riservate al segmento Destination Wedding, con offerte di viaggio strutturate ad hoc, da proporre alla domanda intermediata (agenzie di viaggi, wedding planner) e al cliente finale.
Ritorna anche l’area dedicata al Lavoro e alla Formazione per il settore del Turismo e dell’Hospitality: Bit4Job, con giornate dedicate alla selezione di personale qualificato per il turismo e l’hospitality, eventi legati alla formazione professionale e seminari dedicati al mondo del lavoro, i consigli degli esperti per la ricerca di lavoro e il supporto ai candidati nella redazione del curriculum e nella messa a fuoco degli obiettivi professionali da perseguire.

 

 

Condividi su Facebook