Ponti di primavera e vacanze di Pasqua: ecco cosa fare

Quest’anno aprile sarà un mese con la valigia sempre pronta: complici i ponti di primavera e le vacanze di Pasqua, questo è il mese giusto per regalarsi una pausa di cultura e di natura o un viaggio benessere.

Città molto amata, meta perfetta per un city break di primavera, Lisbona è una città che seduce a prima vista, con le sue belle architetture, la sua storia antichissima e, soprattutto, con l’aria dolce e trasognata che la pervade in ogni angolo. Morbidamente adagiata su sette colli, affacciata sull’Oceano Atlantico e tagliata in due dal fiume Tejo, Lisbona è un invito al viaggio slow. Ci si “perde” con piacere nelle sue stradine strette e contorte, si rimane a bocca aperta di fronte alla magnificenza di palazzi e chiese barocche, si sale al volo su uno dei mitici tram e ci si immerge in una vita culturale sorprendentemente intensa.

Città natale di Pablo Picasso, capitale della Costa del Sol, Malaga è una delle città più amate della Spagna, ideale per una vacanza in questa stagione. Si vola a buon prezzo dai principali aeroporti italiani con diverse compagnie low cost e di bandiera: così, Malaga e il sud della Spagna sono a portata di mano. Il clima, poi, è mite tutto l’anno, con una temperatura media di 18 gradi.

Altra meta di stagione e a breve raggio è Budapest. La definizione di Parigi dell’Est le calza a pennello: anche qui c’è un grande fiume, il Danubio, che la divide in due. Anche qui abbondano i castelli e i palazzi nobiliari. Anche qui c’è una bella collina, Buda, dalla quale si gode un panorama meraviglioso su tutta la città. Ma, finite le similitudini, Budapest è una città unica, con una propria identità e una storia antichissima, a metà tra il lusso occidentale e la semplicità delle tradizioni. Città dal fascino mitteleuropeo, sorge a cavallo di una leggera curva del Danubio, ed è famosa per i suoi viali, per i grandi parchi e le terme.

Se avete voglia di un assaggio di mare, non serve andare troppo lontano. Ischia, Capri, Ponza, le Eolie e le Egadi… in Italia le isole, bellissime, non mancano e regalano una vacanza anti stress perfetta per un ponte di primavera. Quasi mondi a sé stanti, lontane mille miglia dal ritmo incessante delle città, sulle isole i ritmi sono slow, il mare regala emozioni incomparabili e si scopre quanto è bello vivere con il vento tra i capelli.

Se però, aveste a disposizione qualche giorno in più, perché non regalarsi per Pasqua un viaggio da sogno, una vacanza esotica nelle acque cristalline dell’Oceano Indiano? Stiamo parlando delle isole Seychelles: verdi, rigogliose, circondate da acque turchesi e spiagge di sabbia bianchissima, accoglienti e cosmopolite. Basta chiudere gli occhi per capire che l’Eden perduto non doveva essere molto diverso dal bellissimo arcipelago situato nelle acque calde dell’Oceano Indiano. Una meta perfetta per una vacanza esotica dove le parole d’ordine sono armonia, relax, natura, sport e cultura. Perché le isole Seychelles sono un angolo di mondo tutto da scoprire, che sorprende per il mix di esperienze e di emozioni che sa offrire.

Senza dimenticare la montagna, da sempre meta prediletta per chi è alla ricerca di una vacanza benessere che non delude mai. Dalla Val d’Aosta all’Alto Adige, fino al Tirolo austriaco, passando per la Lombardia e il Veneto, non mancano gli hotel benessere con spa che non si dimenticano facilmente. E così, tra passeggiate all’aria aperta, massaggi e saune rigeneranti e i sapori decisi della cucina di montagna, si ritorna a casa con il pieno di energia e di buon umore.

Infine, per gli amanti delle vacanze green, una vera chicca da intenditori: Trondheim, sulla costa occidentale della Norvegia, è la più nordica delle città norvegesi e un importante centro universitario. Ma, soprattutto, è una città virtuosa (come spesso accade da queste parti), dove tutti, ma proprio tutti si muovono in bicicletta, con il sole o con la neve, sulle strade pianeggianti ma anche inerpicandosi lungo le salite più ardite, grazie a uno ski-lift per bici costruito dal comune, il primo al mondo.

 

 

Condividi su Facebook